14 Followers
24 Following
Nasreen

FRAILTY, Thy Name is Woman!

Nasreen's Blog.

Currently reading

Il principe vampiro. Legame di sangue
Christine Feehan
Tutto Sherlock Holmes
Arthur Conan Doyle
Timeline. Ai confini del tempo
Michael Crichton, Paola Bertante
La signora della tentazione
Tina St. John, Lara Adrian
Nuova Terra. Gli occhi dell'erede
Dilhani Heemba
Inheritance: 4
Christopher Paolini
Io non sono Mara Dyer
Michelle Hodkin
Gregor. La Prima Profezia  - Suzanne  Collins Gregor – La prima profezia è il primo romanzo della Underland Chronicles, serie composta da cinque libri per giovanissimi (+10 anni) e scritta dall’autrice dell’ormai famosissima serie Hunger Games, Suzanne Collins.
Rispetto alla serie Hunger Games, questa trilogia è stata scritta anteriormente (2003) e solo adesso, sulla scia della fama ottenuta anche con la riproduzione cinematografica, è stata riportata in Italia dalla Mondadori, dopo una prima incomprensibile disastrosa pubblicazione con la Sperling&Kupfer.
Nonostante sia diretta ad un pubblico innegabilmente più giovane, Suzanne Collins è riuscita comunque a ricavarne un ottimo inizio serie, avvincente e divertente, in grado di far passare un paio d’ore di assoluto relax anche ad un adulto amante degli urban fantasy. Potremmo dire che quest’autrice sia in grado di trarre un capolavoro anche da una lista della spesa!
Protagonista di questo romanzo è Gregor, giovane ragazzo newyorkese orfano di padre, che si ritrova a dover dare una mano alla madre durante le vacanze estive, accollandosi l’onere di occuparsi dell’anziana nonna e della sorellina di pochi anni, Boots.
Tralasciando per un attimo il grado di “adorabilità” assoluta di Boots, che conquista il lettore fin dalle primissime pagine con poche semplici parole farfugliate, quello che colpisce è il giovane Gregor che, fra un pensiero e l’altro, si prende comunque cura di nonna e sorella, occupandosi perfino dei lavori di casa, nonostante la calura estiva.
Quello che però il lettore non si aspetterà, sarà che un giorno, nel tentativo di evitare alla piccola Boots una brutta caduta in una grata della lavanderia, i nostri protagonisti finiranno per essere catturati da un vortice d’aria e trascinati giù. Esattamente, proprio “giù”, e risucchiati verso il centro della terra, nel Sottomondo.
Ci sarà un volo incredibile, in perfetto stile Alice in Wonderland, giù lungo il profondo buco della grata, fino a quando non atterreranno, fortunatamente incolumi, in un mondo nuovo, speciale, dove gli scarafaggi sono grandi come automobili, i pipistrelli sanno parlare e portano gli umani in groppa e i topi sono enormi, crudeli e abili assassini.
Ci saranno anche degli umani, una civiltà perfettamente evoluta, una principessa, un simpatico popolo cordiale e ospitale e, ovviamente, una profezia.
Lo stile della Collins è come sempre incalzante, semplice, intrigante e divertente. I personaggi sono tutti curati al massimo e, accidenti, perfino la piccola e praticamente ancora incapace di parlare Boots, riesce a farsi comprendere benissimo, con urli, pianti e divertentissime gag fra lei e le terribili creature del Sottomondo. E chi l’avrebbe mai detto che una bambina sarebbe finita in groppa ad uno scarafaggio gigante, tutta felice e contenta, a giocare a “trotta trotta cavallino”?
Anche il nostro eroe, Gregor, giungerà alla fine per arrendersi alla profezia che lo vede protagonista, anche se non lo fa trasformandosi in una specie di superman. È un ragazzo normale, che si preoccupa per la madre che non lo vedrà una volta tornata a casa e che si prende cura della sorellina con la stessa attenzione di una dolce nanny. Coraggioso, un po’ fifone all’inizio, ma determinato e testardo.
Un romanzo fantasioso, divertente, curato nei minimi particolari (i ragni giganti potevi risparmiarceli, però, argh!) e assolutamente avvincente. In perfetto stile Collins. Sicuramente da leggere, per chi ama questa autrice, il romanzo sarà certamente apprezzato anche dai più giovani, maschietti e femminucce. Un successo garantito!