14 Followers
24 Following
Nasreen

FRAILTY, Thy Name is Woman!

Nasreen's Blog.

Currently reading

Il principe vampiro. Legame di sangue
Christine Feehan
Tutto Sherlock Holmes
Arthur Conan Doyle
Timeline. Ai confini del tempo
Michael Crichton, Paola Bertante
La signora della tentazione
Tina St. John, Lara Adrian
Nuova Terra. Gli occhi dell'erede
Dilhani Heemba
Inheritance: 4
Christopher Paolini
Io non sono Mara Dyer
Michelle Hodkin
Blue Diablo  - Ann Aguirre, Sabrina Scalvinoni È arrivata nelle nostre libreria una nuova serie urban fantasy/parnormal romance per adulti di origine messicana. Stiamo parlando di “Blue Diablo”, scritto da Ann Aguirre, primo romanzo della “Corinne Solomon Series”.

La protagonista è Corinne Salomon, fuggita da tutto e tutti, diciotto mesi prima, approdando a Città del Messico dove ha comprato un piccolo negozio di oggettistica e vive, tenendo un profilo ansiosamente basso, cercando sfuggire alle braccia del passato. Corinne è una handler, potere ereditato alla morte della madre, che attraverso il tocco di un oggetto può essere in grado di conoscerne passato, presente e futuro. Un’abilità piuttosto rara e che, in passato, le ha causato non pochi problemi.


Copertina Orginale
Un nuovo taglio di capelli (rossi come le fiamme che popolano le sue notti), una nuova vita e un nuovo ambiente. La speranza di essersi lasciata tutto alle spalle sembra aver attecchito in Corinne, almeno fino a quando si ritroverà a incontrare nuovamente gli occhi, stranamente umili, di Chance, suo ex amante, che aveva abbandonato nel sonno diciotto mesi prima.

Uno sguardo e Corinne si rende immediatamente conto che la sua pace è finita. Senza alcun dubbio Chance vuole qualcosa da lei e la ragazza è perfettamente consapevole che, per quanto vorrebbe cacciarlo fuori dal suo negozio a calci, farà quello che Chance le chiederà. Premonizione che si dimostrerà vera non appena lui tirerà fuori un piccolo oggetto, appartenuto alla madre dell'uomo che l’ha sempre amata e trattata come una figlia.

Inizierà così una corsa contro il tempo in cui i due dovranno dare fondo a tutte le loro capacità, nonché l’incredibile Fortuna di cui Chance sembra essere il padrone e possessore, per ritrovare in tempo Yi Min-chin, madre affettuosa ma dall’oscuro passato.

Si scontreranno contro ogni genere di creatura soprannaturale, dagli stregoni agli zombie, e la magia, buona o oscura che sia, indirizzerà ogni loro passo verso la risoluzione di un mistero che sembra avere radici molto, molto profonde.

Blue Diablo è un urban fantasy molto affascinante e dalle atmosfere torbide, popolato da creature come telepati, fantasmi, angeli, demoni, vodoo, cani “parlanti” e streghe. Le ambientazioni sono molto curate, i profili culturali latini americani sono tratteggiati con impegno e non sarà difficile trovare numerosi dialoghi in messicano. Fortunatamente l’autrice non si avvarrà della fastidiose appendici a piè pagina per le traduzioni, garantendo comunque al lettore la possibilità di comprendere facilmente grazie ai pensieri di Corinne che fanno da sottofondo chiarificatore.

Durante la lettura delle avventure di Corinne e Chance, avremo modo di approfondire molto la psicologia della protagonista principale, con tutte le sue assurde e spesso irritanti contraddizioni, dato che il romanzo è narrato in prima persona. Corinne, benché carismatica e ironica, continua a ripetere spesso durante la narrazione quali siano stati i problemi con la sua vecchia vita, con la morte di sua madre e che non vuole ricaderci, non vuole soffrire più… In poche parole finiamo per sentirci ripetere la stessa storia, salvo poi vederla saltare su, come colpita da un dardo infuocato, ogni volta che vede Chance perché è incredibilmente sexy.

Stranamente, per una volta, il personaggio maschile, Chance, benché tratteggiato inizialmente da Corinne come freddo e opportunista, non appena riesce a emergere individualmente, appare chiaro come la ragazza abbia sbagliato a valutarlo. È un personaggio arrogante, senza dubbio, ma anche riflessivo, protettivo, intelligente, dolce e perfettamente in grado di mettersi in gioco emotivamente, e di renderlo chiaro anche a Corinne. La sua gelosia, non appena vedremo entrare in scena un certo poliziotto, è veramente tenera e sexy, senza essere fastidiosa o morbosa.

In definitiva ci troviamo di fronte a un “primo romanzo” che, come sempre, presenta molti pregi ma anche altrettanti difetti (come ad esempio la caoticità di alcuni descrizioni o l’aver dato troppo per scontato la capacità deduttiva del lettore), è comunque un urban fantasy degno di essere letto, poiché ricco di personaggi interessanti, suspense e elementi investigativi che rendono la lettura dinamica, affascinante e adrenalinica.